Allegri: “Il Barcellona è ancora tra i più forti al mondo. Devo decidere come giocare. Domani non faremo calcoli”

Allegri-Barcellona: ancora una volta.

L’allenatore della Juventus è pronto a sfidare per l’ennesima occasione di Champions League gli eterni rivali (personali) spagnoli. L’ultima volta furono lui e la Juventus a gioire, ‘vendicando’ l’amara finale di Berlino. Domani sera, però, sarà tutta un’altra storia.

Massimiliano Allegri, intervenuto nella consueta conferenza stampa della vigilia, ha caricato tutto l’ambiente in vista dell’esordio in Champions League al Camp Nou: “Abbiamo acquisito la consapevolezza necessaria per giocare questo tipo di partite. Domani è la prima gara di Champions dopo la cavalcata dello scorso anno e la delusione della finale persa. Dobbiamo ripartire con entusiasmo, voglia e l’obiettivo di passare il turno”.

I blaugrana sono ancora tra i favoriti al titolo anche senza Neymar: “In effetti è strano vedere il Barcellona con tre giocatori nuovi. Ha perso Neymar e l’ha sostituito con un giovane come Dembelé, ma ancora oggi insieme al Real è una delle due squadre più forti al mondo. La Juventus ha cambiato molto e ha cambiato bene e e questo la dice lunga sull’ottimo lavoro svolto dalla società. Entrambi i club si sono mossi molto bene”.

Senza Mandzukic la Juve sarà diversa: “Mario non è un esterno di ruolo ma ci appoggiamo molto su di lui sui pallone alti e sui calci piazzati. Devo ancora decidere che sistema utilizzare, dipenderà dalle caratteristiche dei giocatori che manderò in campo. Serviranno , specie quando ci verranno a pressare, cosa che fanno molto bene”.

La sfida a Messi, Suarez e Iniesta è lanciata: “Sappiamo che giocare tre partite di fila contro il Barcellona, considerano le due dell’anno scorso, senza subire reti è molto difficile, anche se la Juve potrebbe riuscirci. Domani però non si devono fare calcoli, perché se anche un punto ottenuto qui potrebbe darci qualche chance in più di vincere il girone, l’importante è passare il turno”

Lascia un commento